Risolvi la Legionella ed il Calcare con AQUARING®

Il trattamento chimico da solo non risolve! 

Un’immagine vale più di mille parole. La foto accanto riporta la tubatura di un Hotel della costa Marchigiana in cui utilizzavano un ottimo disinfettante chimico a base di Perossido di Idrogeno, ma a causa di  un ridotto flussaggio in alcuni tratti dell’impianto è riemersa prepotentemente l’infestazione da LEGIONELLA che sembrava sotto controllo. Tutti i sistemi chimici conosciuti sono efficaci, ma: 

• i trattamenti shock sono sempre incompatibili con l’uso dell’acqua da parte degli utenti;

• dopo alcune settimane dal trattamento shock avviene la ricolonizzazione;  

• il cloro è corrosivo e può provocare danni alle strutture;

• il cloro alle concentrazioni efficaci per il trattamento rende l’acqua non potabile;

• il biossido di cloro dà luogo alla formazione di sottoprodotti inorganici (clorito e clorato) della disinfezione; 

• L’ozono è un eccellente biocida, ma non raggiunge gli estremi degli impianti più complessi, non si dissolve sopra ai 30° e per il suo effetto ossidante può danneggiare le strutture;

• il perossido di idrogeno è poco efficace nei confronti di Legionella pneumophila sierogruppo 1 ed ha delle controindicazioni con i tubi in acciaio zincato. 

Hai tentato di risolvere con il trattamento termico?

Il sistema è efficace, ma chi lo ha tentato ha scoperto che è poco praticabile perché richiede molto tempo e un gran dispendio di energia. La tenuta dell’impianto potrebbe essere compromessa dai ripetuti shock termici e durante il trattamento gli utenti e gli operatori rischiano ustioni. Poi, posto che il trattamento sia stato efficace e completo, con il ripristino delle temperature ordinarie, la legionella ricolonizza. L’immagine a fianco mostra un tubo appartiene ad una RSA in cui risulta evidente quanto sono inutili i trattamenti termici e chimici. Il calcare oltre al danno energetico e strutturale, contribuisce allo sviluppo delle incrostazioni e del biofilm. Si sviluppano quindi colonie batteriche pericolose come la pseudomonas aeruginosa e la legionella pneumofila

AQUARING® aiuta a risolvere ed è unico perchè

• Agisce 24 ore su 24, anche in assenza di flusso, anche sui rami morti;

Abbatte la carica batterica

Rimuove il Biofilm

• Previene la formazione di calcare

• Tratta tutto l’impianto! Anche in assenza di Flusso

• Non è invasivo

AQUARING® si paga da solo perchè

• Pulisce gli scambiatori di calore quindi fa risparmiare energia

Arresta la corrosione, quindi aumenta la vita dell’impianto

• Semplifica la pulizia quindi riduce il lavoro

Rispetta l’ambiente perché non richiede prodotti chimici o altri consumabili

• Non necessita di alcuna manutenzione (L’immagine mostra uno scambiatore di calore senza trattamento e dopo il trattamento con AQUARING) 

 

CHE COSA E’ AQUARING®

AQUARING è un dispositivo che basa la propria tecnologia sulla capacità che ha un campo elettrico esterno, opportunamente modulato, di interagire con i campi elettrici prodotti dalle molecole polari e dagli ioni presenti nelle acque e di interferire nei processi osmotici di scambio di nutrienti con l’ambiente esterno che avvengono a livello della membrana cellulare dei microrganismi presenti nell’acqua. L’azione viene estesa dal punto in cui è installata l’unità a tutto il circuito idraulico sia nel senso del flusso dell’acqua che in senso contrario, indipendentemente dalla portata e/o dallo scorrimento dell’acqua, ininterrottamente, anche se questa non circola. Ciò, in aggiunta alla notevole potenza del segnale, fa si che il beneficio di questo apparecchio sia migliaia di volte superiore a qualsiasi sistema magnetico o elettromagnetico con i quali spesso viene erroneamente confuso dagli addetti ai lavori. 

Questa tecnologia ha fatto la sua prima comparsa in Italia una decina di anni fa nelle macchine da caffè professionali, poi è stato utilizzata in diversi altri settori come allevamenti, alberghi, industrie e settore domestico. L’apparecchio le cui dimensioni, estremamente ridotte, sono modulate in funzioni dell’uso e delle dimensioni delle tubazioni su cui viene installato, non è invasivo. Si installa pertanto su impianti nuovi ma anche su impianti preesistenti senza alcun intervento di personale particolarmente specializzato. Non ha bisogno di manutenzione: lo si installa e lo si dimentica; il consumo di energia elettrica è assolutamente trascurabile!